Ducati.it

Diventa socio Ducati Sardinia DOC

Preludio al test della 1199S...

Episodi del WDW 2012!

Provare la 1199S a Misano! Quando sei sopra capisci che moto hai fra le gambe ma......prima devi arrivarci!!!!
Ti svegli la mattina e sai che è giunto il momento, è una di quelle giornate che ricorderai a lungo perché ha quel sapore di adrenalina mista a passione e desiderio, il desiderio di poterti sfogare e assaporare sensazioni che prima erano solo nella mente e che…ora si possono realizzare.

Quando siamo arrivati in pista era tutto organizzato, il furgone era parcheggiato vicino all'ingresso dell'autodromo di Misano Adriatico, tute appese, guanti, stivali, paraschiena, tutto ben posizionato e predisposto per essere agevolmente recuperato con calma e precisione. Dopo una mattina intensissima ci siamo fermati a pranzare sugli spalti fronte pista per vedere le gare e le prove della Desmosedici. Tra una chiacchiera e l'altra il tempo passava tranquillo…..! Costantemente controllavo l'orologio anche perché le parole della ospitalità Ducati erano chiare "mi raccomando, dovete essere pronti e dentro il box almeno mezz'ora prima per il breafing obbligatorio e per definire il gruppo al quale dovrete essere assegnati".

Mancava un'ora e il tempo sembrava passare sempre più lento!!! Non arrivava mai l'ora! Ad un certo punto vengo pervaso da una sensazione terribile, un sesto senso da motociclista…..mah….c'è qualcosa che non và. "Ragazzi, scusate, ma che ora fate voi? Io faccio le 14.00". E loro…."ehm, no Fra, sono le 14.35"!!! In quel momento ho realizzato che si era fermato l'orologio!!!! Batteria out!!!!! Alle 14.50 partiva il mio gruppo ed ero in straritando! Nemmeno il tempo di pensare e già stavo correndo come un maratoneta verso l'uscita della pista con le chiavi del furgone in mano!!!!

Dovevo tentare il tutto per tutto….peccato però che c'erano 40°, un sole che spaccava le pietre e dovevo affrontare la fiumana di gente che entrava e usciva dalla pista! Come un atleta olimpico sono arrivato alla mia moto e raggiunto in tempo record il furgone facendo slalom fra moto e persone. Sotto gli occhi di una fiumana di passanti, ho praticamente lanciato tutti i vestiti nel vano del furgone fino a restare in mutande! La vestizione della tuta è stata un ulteriore gesto atletico. Ovviamente ho fatto una calzata volante fino ai fianchi, lo stretto necessario per risalite sulla moto e filare all'ingresso dell'autodromo. Sudavo come mai in vita mia e la calura non mi dava pace!!! Nel mentre nella mia mente passava di tutto, pensieri dolci e delicati come "cazzi cazzo cazzo cazzoooooo sono in ritardo"!!!!!

Ricordo che sono arrivato all'ingresso dell'accoglienza che stavano chiudendo il portellone! Ho tirato una staccata con inchiodata della ruota posteriore e parcheggio flash in posizione discutibile ma…..dovevo arrivare a tutti i costi in tempo. Quando le speranze sembravano ormai esaurite vedo una visione….Claudio Chiodini!!! Il nostro amico e meccanico ufficiale Ducati, nonché responsabile dei Track Day!!! In quel momento aveva le sembianze di una dea greca, meravigliosa e sinuosa che mi attendeva a braccia aperte! In realtà trattasi di uomo di 1.90 cm, dall'aspetto tutt'altro che femminile ma….in quel momento era la miglior visione che potessi avere!!!!

Lui mi guarda e dice "Fra...maporc...sei in ritardo", poi mi osserva e nota che sembro appena uscito dalla doccia....e si fà due risate! "Dai dai Fra....corri dentro". Filo dentro più veloce di flash accompagnato dal rumore gracchiante degli stivali che in quel momento erano come due piombi alle gambe! Grazie all'aiuto di Chiodo arrivo in tempo per salire sulle moto che son già allineate sulla griglia dei paddock! Breafing? Zero! Conoscenza del mezzo? Zero! Gruppo? Boh!!!! Tutti mi guardano con facce strane e noto che la gruccia con cui era appesa la mia tuta….ehm…era ancora nella tuta!

Con naturalezza la lancio nel primo bidone (ora è tutto ok) e mi finisco di infilare la tuta che….dopo la corsa di poco prima dava la sensazione di uscire dal forno a legna ed entrare in quello crematorio!!!!! Nel mentre mi infilavo il casco….pensavo di diventare un tacchino ripieno e fumante entro 2 minuti! Mentre realizzavo il livello critico che stava affrontando il mio corpo arriva un tester e dice "E tu che ci fai? Che gruppo sei?"! Io: "non lo sò". Lui: "sei già andato in pista?" Io: "si, qualche volta a…" Lui: "ok ok vieni con me nel primo gruppo".

In pratica ero finito nel gruppo dei veloci, con una certa esperienza in pista e ovviamente la prima moto dietro il pilota tester ufficiale!!!!!
Ancora lottavo con il mio corpo che cercava un pò di sensazioni che alleviassero il fuoco a il caldo che pervadeva ogni angolo della mia epidermide quando arriva l'avviso che preannuncia la partenza! Si accendono i motori e penso "vediamo di non perdere l'apripista così prendo confidenza con la moto e ricordo i punti di franta e le traiettorie"!

Si si....certo! Si parte e l'apripista sparisce in un monoruota a fuoco!!!! Porc….!!!!!! Beh.....il video mostra come alla fine, di tutto questo macello, non resti che il più bel ricordo in pista fino ad oggi. Una esperienza unica, vissuta fra gli amici cari del club e davanti al popolo di amanti delle moto più bello al mondo! I Ducatisti.

Franz Sardokan