Ducati.it

Diventa socio Ducati Sardinia DOC

Ducati Panigale 1299S Special MDR

Una special nata per rappresentare un'epoca

Ducati 1299S PANIGALE SPECIAL MDR - DUCATI SARDINIA DOC & MR NEON

Una vera e propria novità presentata in esclusiva al WORLD DUCATI WEEK 2016 a MISANO ADRIATICO e poi implementata successivamente in occasione del DUCATI CHALLENGE 2016 con piccoli dettagli.

DI COSA SI TRATTA:
L’obiettivo era la realizzazione di un progetto originale che coinvolgesse gli elementi che hanno contraddistinto la storia del club DUCATI SARDINIA DOC e il supporto con le associazioni Onlus con cui sia tramite le competizioni, che tramite le squadre sportive, ci siamo adoperati per la raccolta fondi o per la sensibilizzazione delle problematiche a sostegno delle famiglie coinvolte. Considerando anche che Ducati stessa sensibilizza la sicurezza stradale e la massima correttezza durante la circolazione nei percorsi pubblici oltre che nei campi di gara, abbiamo quindi optato per mantenere di serie un modello di punta della gamma SBK intervenendo solo ed esclusivamente su elementi estetici o aerodinamici. L'unico altro lavoro svolto è stato fatto a livello di assetto anche grazie alla collaborazione con Andreani Group. Quale evento migliore per esporre le nostre idee e la creatività di chi ci ha aiutato a realizzare questo "concept" se non il World Ducati Week e il Challenge 2016?

1) Primo elemento dell'idea: deve essere realizzato da una azienda sarda di appassionati di motori con una forte connotazione artistica!
2) Secondo elemento: non vi devono essere sponsor ma solo associazioni Onlus e l’unico altro nominativo che deve apparire è quello del realizzatore che deve svolgere il lavoro con lo scopo di realizzare il tutto a fine benefico.
3) Terzo elemento: deve rappresentare la storia del club e rappresentare gli elementi salienti che hanno portato il club ai successi di oggi.
La grafica inoltre deve rappresentare la difficoltà e le problematiche che le persone che vivono all’interno delle associazioni (a non solo) devono superare attraverso molte peripezie fino alla fine di un percorso che, noi confidiamo, porti sempre più spesso alla luce ed alla soluzione. Per questo si dovrà accentuare una immagine del muso della moto molto aggressiva, combattiva e di indicazione verso l’andare avanti senza mai fermarsi.
4) Elemento: la moto doveva avere uno step di sicurezza e assetto strada/pista superiore. Per questo Andreani ho svolto un lavoro di setting con particolare attenzione al posteriore (per cui è stata variata anche l'altezza) che sull'anteriore (ma in modo più soft).

L'AZIENDA CHE CI HA SUPPORTATTO MAGGIORMENTE:
Delle varie opzioni disponibili sul mercato la nostra scelta è caduta su Mr Neon di Cagliari che già da anni opera nel settore del Wrapping e che, seppure non avesse ancora mai operato sulle moto e con un livello di difficoltà così elevato come quello di una Ducati 1299S (vi possiamo assicurare che sotto quelle carene, tra smontaggi e rimontaggi, c'è un bel da fare), non ha esitato a manifestare la piena disponibilità nel cimentarsi nell’avventura. Una cosa che abbiamo molto apprezzato è il quanto si è dedicato a tutto questo facendo spesso orari molto pesanti....ma ne parleremo più vanti.

Un compito certamente non facile che in corso d’opera ha manifestato le numerose complicazioni per le quali è stato necessario un breafing con il grafico realizzatore e il titolare dell’azienda oltre ad un controllo generale della moto e in particolare dei serraggi e del riassemblaggio da parte del concessionario Ducati Cagliari.

SI PASSA ALL'OPERA:
La sola parte di ideazione ha prodotto ben 4 bozze di cui la prima rivoluzionata fino ad arrivare ad un progetto base pre applicazione. Si è quindi cercato di applicare l’idea concettuale alle linee pure della carena della moto. Alberto (il realizzatore) ha notato subito che in alcune parti vi erano delle problematiche nel seguire il concetto madre e per cui è stato necessario modificare alcuni elementi. Il lavoro è stato di tipo puramente artigianale "scolpendo" e tagliando ogni adesivo principale della livrea fino ad ottenere una base "guida" armoniosa su cui poi applicare i restanti adesivi realizzati a plotter.
Tanta la pazienza e bel oltre 30 ore di lavoro sono state necessaria per applicazione, smontaggio e rimontaggio dei pezzi.
Alla grafica si è cimentato il giovanissimo Davide Dessì, attualmente studente di transportation design presso l’istituto europeo di design di Torino che ha preso spunto da una analisi e studio delle livree ufficiale delle carene SBK e Moto GP di Ducati. Armonizzare tutti i concetti da esprimere e mantenere una linea semplice e pulita non era facile! Una sfida personale.
In sostanza è stato un lavoro di coordinazione meticolosa fra il club che ha commissionato tramite il presidente Francesco Usai, il grafico e il realizzatore e titolare dell’azienda Alberto "The Voiceman".

Il risultato è stata una livrea che non passa inosservata, capace di colpire ed emozionare. Le linee assolutamente inedite danno una idea di carattere e energia ad indicare una "direzione", la volontà di andare avanti senza mai fermarsi e nonostante le difficoltà (il colore nero dominante). Il tricolore ad enfatizzare i colori dell’Italia ed anche a rappresentare la purezza del bianco e la speranza del verde. Il rosso come base principale è l’indicazione della passione e della volontà che ha animato ed anima la volontà di chi lavora e crede in un obiettivo. Non ultima l'italianità dello stile e delle idee.

Ecco cosa ci ha spiegato Mr Neon:

L'azienda Mr.Neon, sin dalla sua nascita,  ha sempre optato per l'uso di materiali Made in Italy; infatti i prodotti son marchiati APA SPA. Vinili ad alta resistenza alle intemperie e ai comuni agenti presenti nell'aria. Essendo un primo progetto, ed essendo anche la prima volta che si realizzava una livrea simile mirata alla conquista del grande pubblico e degli appassionati Ducati, la realizzazione é stata più manuale che meccanica. Spieghiamo cosa significa: solitamente le livree vengono preparate su file e intagliate con particolari macchinari chiamati "plotter da taglio", ma in questo caso ognuna delle parti è stata ritagliata con un nastro chiamato anche "knives cutter". Di che si tratta? Molti hanno paura che si possa usare una taglierina per effettuare i tagli e che, una volta rimossa la pellicola, possano rimanere tutti i segni della lama. Grazie a questo speciale nastro il taglio viene eseguito dalla carrozzeria alla pellicola e non il contrario. Questo avviene grazie al fatto che all'interno di questo nastrino é presente un filo/lenza resistente e grazie al suo adesivo lo applichi sulla carena e gli dai la forma che vuoi segnare. Sopra viene applicata la pellicola e solo dopo, tirando il filo/lenza verso l'alto, la pellicola verrà tagliata senza creare danno alcuno alla superficie in questione.
Tutto questo permette la reversibilità completa delle lavorazioni.
Una volta conclusa la moto, con tutta la livrea posizionata e applicata, abbiamo proceduto con l'applicazione dei loghi e delle scritte. Ma non finisce qui.
Per evitare che alcune parti potessero usurarsi abbiamo applicato una pellicola trasparente sopra le parti più delicate che permetterà di salvaguardare ancora più a lungo le parti esposte alle pietre, ai piedi in fase di salita e discesa dalla moto, agli sfregamenti durante la guida e, ad ultimo anche per proteggere la firma di un grande campione come Troy Baylissssss!!!!

Cosa è piaciuto a Troy di questa moto? Ricordo che proprio durante le attività del WDW ho chiesto la cortesia a Marco Inturrisi (caro amico che lavora per Ducati SBK) di poter mostrare la moto a Troy che però in quel momento era in pista. 20 minuti dopo eravamo seduti nella hospitality del team con la moto parcheggiata in un'area non visibile al pubblico per permettere al pluricampione del mondo di visionarla. Inutile dire che da vero campione ha da subito mostrato grande disponibilità e piacere nel constatare il lavoro fatto, soffermandosi sui dettagli e.....quando gli abbiamo chiesto una firma sul serbatoio......non ha dato modo di farselo ripetere complimentandosi con noi per l'opera!

Una delle soluzioni che abbiamo più apprezzato è stat sicuramente il lavoro con la pellicola trasparente sulle carene originali che, con una spesa accettabile, permette di poter usare le carene di serie proteggendole al meglio nei punti più delicati quali cupolino, parafango, parte superiore del serbatoio e del codino. Oltre che proteggere dai classici sassolini che purtroppo capita di prendere dai veicoli che ci precedono ha anche la funzione di rendere molto più semplice la pulizia da moscerini e animaletti vari a fine escursione. Basta uno straccio umido e il lavoro è fatto.

In sostanza, con una spesa tutto sommato bassa (ovviamente dipende dalla complessità del lavoro)  è possibile rendere unica la propria moto dando un significato speciale al messaggio che essa comunica, oltre a un aspetto funzionale non trascurabile!


A voi le immagini del lavoro e del risultato!

DUCATI SARDINIA DOC STAFF