Ducati.it

Diventa socio Ducati Sardinia DOC

Ultime News

01.05.2019

Ducati Vs Vespa in pista (07/07/19)

Pista e strada, lo prima prova totale!

WDW - World Ducati Week 2012 (RECENSIONE)

1.483,6 km tra pista e strada, paddock e pura passione!

Siamo partiti da Cagliari il 20 giugno alla volta di Misano Adriatico attraverso la tratta Olbia - Livorno. Due furgoni assistenza e moto a seguito. Questa era la rappresentativa del Ducati Sardinia Doc per l'evento più atteso degli ultimi due anni, il World Ducati Week. A Misano abbiamo trovato oltre 65.000 Ducatisti (affluenza record) per celebrare insieme a noi le "Rosse di Borgo Panigale". L'occasione ha unito al WDW anche il World President Meeting con ritrovo in circuito presso il tendone principale dei club mentre la sede esterna era l'Hotel Splendid di Cattolica.

Un successo sotto ogni punto di vista, che ha coinvolto ed emozionato le decine di migliaia di motociclisti che si sono dati appuntamento al "Misano World Circuit", da giovedì 21 a domenica 24 giugno, per celebrare, sul "Pianeta dei Campioni", la fede, la passione, l'amore per Ducati e per le mitiche "Rosse di Borgo Panigale". Nei paddock si parlavano tutte le lingue del pianeta ma non era molto difficile capirsi, quando si condivide una passione è tutto più facile! Prima di partire avevamo avvisato tutti gli amici partecipanti raccomandando di riposarsi bene perchè il WDW è un evento che non si ferma mai, un continuo susseguirsi di attività dentro e fuori la pista che si protraggono la sera fino a tarda notte tra festeggiamenti e cene tra amici nei locali della riviera. Ben presto tutti hanno compreso le nostre raccomandazioni.

Volendo fare una statistica, il 70% delle presenze al WDW2012 è sicuramente italiano, ma è il restante 30% a confermare il potere e l'appeal del marchio Ducati. I "ducatisti" arrivano dagli USA, Europa, Australia, Russia (di cui hanno fatto sfoggio due Monster special bianchi), India, ma anche da Brasile, Cina, Malesia, o addirittura Gabon, Islanda o Nepal. Tutti appassionati e uniti dal "rosso" comune denominatore di passione desmo che, in un evento come questo, trova la sua massima espressione. I club internazionali sono stati tra i più attivi con gli stand dedicati in cui ci si alternava tra spettacoli, prodotti e bibite tipiche tra cui ha spopolato la sangria! Da noi molto apprezzata dopo i turni in pista, un vero ricostituente!!!! Allegria!!!!!!!!!!

Quattro giorni intensi, con il culmine toccato nella giornata di sabato 23 giugno, che ha visto la massima affluenza. Un vero e proprio tappeto di moto e appassionati che ha visto il culmine dello show con la sfida dei piloti sulla Ducati DIAVEL Carbon. In pista i piloti Ducati (MotoGP e SBK) coinvolti nella "Diavel Drag Race by Tudor". Naturalmente, come era facile aspettarsi, la sfida si è animata sin dall'uscita dal box e gli otto piloti (Valentino Rossi, Nicky Hayden, Troy Bayliss, Carlos Checa, Niccolò Canepa, Kuba Smrz, Sylvain Guintoli e Lorenzo Zanetti) non si sono risparmiati e hanno voluto dare il massimo per divertire il pubblico che affollava il paddock e le tribune di Misano.
Dopo una serie di batterie di qualificazione, Troy Bayliss ha vinto la sfida, staccando al photo-finish Valentino Rossi, seguito a sua volta da Hayden e Checa. L'arrivo di Troy alla bandiera a scacchi è stato sancito da un vero e proprio BOATO del pubblico che ancora ricorda bene tutte le sue gesta e ne apprezza la simpatia e la disponibilità verso i fans.
Subito dopo la gara, davanti ad un pubblico stimato di oltre 10.000 persone, tutti i piloti e il management (il Presidente Gabriele Del Torchio, accompagnato dal Direttore Generale Claudio Domenicali, insieme a Filippo Preziosi - Direttore Ducati Corse, Ernesto Marinelli - Responsabile Progetto SBK - Alessandro Cicognani - Responsabile progetto MotoGP e Vittoriano Guareschi - Team Manager Ducati MotoGP) sono saliti sul palco in Piazzale Roma a Riccione. Un saluto e un altro bagno di folla e poi la ribalta è stata lasciata ad altri famosi "ducatisti", la "Ducati All Stars" band. Un vero e proprio gruppo rock, formato da rockstar di fama internazionale, accomunate dalla passione Ducati. Nomi del calibro di Steve Jones (Sex Pistols) Duff Mckagan (Guns N' Roses) Franky Perez (Pusher Jones) Steve Stevens (Billy Idol band), Billy Morrison (The Cult) Isaac Carpenter (Loaded) che hanno animato Piazzale Roma con un concerto, unico, esclusivo, e assolutamente coinvolgente, che il WDW ha offerto a tutti gli appassionati presenti alla settima edizione di questo grande happening.
A condurre la serata due "ducatisti" d'eccezione quali Valerio Staffelli, entusiasta supporter delle "rosse di Borgo Panigale" che, dopo aver girato in pista per tutta la giornata in sella alla sua 1199 Panigale, ha voluto salutare i tifosi, presentando dal palco la serata conclusiva, supportato dal fascino e dalla professionalità di Anne Laure Bonnet, che ha contribuito a rendere ancora più unica e magica questa fantastica serata.

Questo successo in Piazza a Riccione ha confermato la validità delle serate "fuori-circuito" che, proprio con questa settima edizione, ha permesso di organizzare tre serate in tre differenti e significative località della Riviera. Giovedì sera a Cattolica si è tenuta la "rustida" e il beach party, con circa 4.000 persone presenti, quindi lo "Speed Show", nell'ovale, appositamente realizzato, a due passi dal lungomare di Misano Adriatico, dove circa 2.500 persone hanno fatto da cornice alle spettacolari esibizioni e derapate, per poi concludere, sabato sera, con la "Notte dei Campioni" in Piazzale Roma a Riccione, con oltre 10.000 presenze.

Veramente tante le attività, gli eventi, le opportunità che hanno coinvolto i partecipanti: dalla pista, ai corsi di guida DRE (compresa la Ducati Accademy con Troy Bayliss a fare da "professore" in sella alla 1199 Panigale) e di meccanica, (con vere e proprie "Ducati University" tenute da ingegneri, piloti e manager della casa di Borgo Panigale), moto storiche e la celebrazione dei 40 anni dalla vittoria di Paul Smart alle 200 Miglia di Imola, evoluzioni acrobatiche di stuntmen, dragster, esibizioni in pista dei piloti Ducati (SBK e MotoGP) spettacolo di motocross freestyler, oltre alle potenti Audi e Lamborghini che hanno fatto mostra di se stesse nel paddock e auto da sogno quali le Audi R8 LMS e R8 V10, affidate all'esperienza e al talento di piloti professionisti Audi, hanno emozionato il pubblico con spettacolari giri in pista.

A noi restano MEMORABILI i turni con la 1199 Panigale effettuati da Giordano Loi, Simone Parente e Francesco Usai.  In questo caso infatti Ducati ha strutturato un vero e proprio sistema di test organizzato nei minimi dettagli ed in cui i piloti tester ufficiali Ducati affiancavano gruppi di 4 1199 Panigale a testa con altrettanti piloti curiosi di conoscere il potenziale di questa moto. Nessuno è rimasto deluso e anzi, il test si è chiuso con commenti entusiastici e immagini indelebili delle pieghe da capogiro che questa moto riesce a fare in piena sicurezza. Un mix di adrenalina ed emozione totale che è rimasta fissata in un video che ogni partecipante ha portao a casa grazie alla collaborazione di Ducati con una nota azienda produttrice di mini telecamere sportive.

Grande successo anche per il WDW2012 Tour, Patrocinato dalla Segreteria di Stato per il Turismo e lo Sport della Repubblica di San Marino. Quattro itinerari motociclistici pensati appositamente per scoprire le strade più belle della Romagna, che ogni giorno hanno visto centinaia di partecipanti , guidati da esperti apripista che partivano e rientravano in circuito, offrendo una divertente e interessante alternativa alle attività del paddock WDW2012.

Ma la settima edizione del World Ducati Week è stata essenzialmente una pacifica e colorata invasione, sia per il circuito di Misano Adriatico, ma anche per tutta la Riviera Romagnola, dove il rombo desmodromico delle Ducati ha fatto da colonna sonora a questo eccezionale appuntamento motociclistico.

Questi i "numeri" che hanno caratterizzato e fatto passare alla storia, questa settima edizione del WDW:

· Oltre 65.000 le presenze in circuito nell'arco delle quattro giornate
· 11.520 i giri in pista effettuati in totale da auto e moto durante le quattro giornate (di cui 21 con tre nostri tester sulla 1199 Panigale ed altri 21 con le prove libere).
· 66.000 foto scattate dai fotografi dello staff
· 52 nazioni di provenienza
· 300 metri lineari di BBQ durante la "rustida" sulla spiaggia di Cattolica
· 61 differenti attività svoltesi in pista nelle quattro giornate
· 32 ore di diretta sulla WDW TV
· 8 pneumatici Pirelli messi completamente sulla tela per i burn-out al termine della "Diavel Drag Race by Tudor"
· + 1100 % di incremento sulle visite sulla pagina Facebook del WDW2012.
· 40 tweet al minuto
· 4 terabyte di filmati prodotti durante l'evento
· 15 concerti nel paddock + 2 all'esterno (Cattolica e Riccione)
· 8 team Ducati + 16 piloti presenti al WDW2012 + 4 piloti del nostro challenge Ducati Sardinia.


Ulteriore conferma del successo e del grandissimo potenziale di un evento come il WDW è arrivata anche dall'elenco di sponsor e partner che hanno legato nome e immagine all'evento.
Al successo del World Ducati Week 2012 hanno contribuito prestigiosi Main partners come Effenbert, Pirelli e Tudor; Audi in qualità di Official Car Partner e altrettanto rilevanti Official Partners, tra i quali Arai; Arrex Curva Rossa ; Bellenda; Cartorama; Cantine Ceci; Dainese; Ducati Caffè; Figth for me Ducati; Nilox; Shell Advance; Tim; Wurth. Meritano un grazie anche altri amici e supporter dell'evento, come Aci Global; Adecco; Artsofbrands Fiam e SDA.
Importanti sono state anche le partnership con istituzioni, enti, autorità, direttamente coinvolte nell'organizzazione dell'evento. Tra queste la Provincia di Rimini, il Comune di Misano, il Comune di Cattolica, il Comune di Riccione, e la Repubblica di San Marino, ai quali si aggiunge l'amicizia e il Patrocinio del Turismo Spagnolo, presente per la prima volta in maniera ufficiale al WDW2012. Importante l'appoggio offerto da Leardini Group, garanzia di ospitalità e ristorazione di qualità nella riviera adriatica e all'agenzia Adria Congrex per il supporto organizzativo. Ultimo, e non certo per l'importanza del ruolo che ricopre, il Misano World Circuit, teatro del WDW sin dalla prima edizione, che ancora una volta ha offerto e garantito una location ideale per un evento unico e coinvolgente.

L'appuntamento è quindi fra due anni, dove il popolo ducatista sarà nuovamente chiamato a raccolta per la ottava edizione del WDW, pronto a superare altri record e destinato ad emozionare, divertire, unire motociclisti provenienti da ogni parte del mondo, legati dalla grande passione per le mitiche "rosse di Borgo Panigale".

Alla fine le parole di Simone Parente dicono tutto: 5 giorni 23 ore 4 minuti e 25 secondi circa è durata questa avventura che ci ha visto macinare 1.483,60 Km... Cosa dire: Indelebile sulla pelle e sulla memoria...Ringrazio tantissimo i miei compagni di avventura Francesco Usai, Giorgio Serci, Angelo Sbardella, Claudio Piano, Roberto, Simone e Giordano Loi! Grazie per avermi fatto sentire un POWER RANGER ! :-)

DUCATI SARDINIA DOC STAFF