Ducati.it

Diventa socio Ducati Sardinia DOC

Ultime News

01.05.2019

Ducati Vs Vespa in pista (07/07/19)

Pista e strada, la prima prova totale!

9░ Ducati Sardinia Kart (5░ Indoor) 2017

Nuova edizione con tante novitÓ e una battaglia memorabile!

9° Ducati Sardinia Kart (5° Indoor), TROFEO TOP DRIVER Skindoor 2017 (foto DORIANO MUCELLI e TERESA CARIA)

Considerate quasi 10 lustri di competizioni a 4 ruote, ben 5 ore di attività e 45 minuti di gara uomini (tra prove e competizione pura) oltre a 15 minuti di gara donne, 3 gare accesissime, 22 piloti iscritti, 2 super finali (EXPERT e BASIC), 37 bottiglie di vino ISTEDDA distribuite, 12 kart messi alla frusta intensiva, 5 nuovi piloti alla prima esperienza e soprattutto….un divertimento pazzesco!!! Il trofeo Ducati Kart arriva alla 9a edizione con uno storico di tutto rispetto e grandi soddisfazioni nazionali e internazionali ma sempre con uno scopo, godere di una esperienza sportiva fra amici al di là della competizione. Questo spirito è il motivo del successo e l’anima della formula di gara che permette un confronto sia di chi è esperto che di chi è alle prime armi e vuole approcciarsi a queste gare. Oltre ai primi due posti presi nel trofeo mondiale svoltosi nel corso del World President Meeting (2015) e la recentissima vittoria nella 6 ore a squadre (2017), il trofeo riservato allo stabilire il miglior pilota Ducati dell’anno ha mostrato un sempre maggiore livello medio di abilità fino ad arrivare a selezionare l’elite dei top driver!

Per rendere ancora più pepata la festa sono state fatte alcune modifiche rispetto al passato. Gara donne di 15 minuti con classifica sul "best lap" e categoria a parte in modo da permettere di prendere confidenza con i nuovissimi Kart e poter provare il giro veloce in assoluta sicurezza e senza lo stress di gara.
Per gli uomini due gruppi di prove libere di selezione sul miglior giro per la divisione fra gruppo Expert e Basic. Dieci minuti il tempo per fare il miglior giro.  Ma non finisce qui! Per ogni gruppo ulteriori sei minuti di qualifiche e immediatamente finale A e B. Nella finale A però la direzione, su benestare dello Staff Ducati, ha variato le prime 4 posizioni della griglia "invertendole"! Questa scelta è servita a dare maggior incertezza e divertimento a beneficio dello spettacolo che effettivamente è stato entusiasmante!!!!

Andiamo a vedere come è andata.

2 APRILE 2017 – 9° TROFEO DUCATI SARDINIA KART – SKINDOOR SESTU

Il nuovo trofeo 2017 ha mostrato un ottimo successo della formula modificata della selezione dei gruppi e delle finali. Tutto più mirato e proporzionato all’esperienza dei piloti. L’organizzazione, dopo una attenta analisi dello storico piloti in campo e dei loro valori, ha optato per fare variazioni che dessero la massima espressività e competizione per ogni pilota. Lo scopo era da subito dare sfogo all’adrenalina nel modo più equilibrato!
Alessandro Usai, preziosissimo per esperienza e disponibilità, ha dato un supporto di spessore coadiuvato dal suo staff che ha predisposto kart, allestimenti della pista, procedure dedicate al supporto piloti Ducati nel migliore dei modi.

Quest'anno si sono purtroppo registrate importanti assenze di piloti storici tra i quali Francesco Vacca, Efisio Cinus, Marcolino Manca, Matteo Zucca, Simone Pistis e il pluri-titolato Giorgio Serci ed altri piloti importanti che comunque sono stati parzialmente sostituiti dall’ingresso di altri TOP DRIVER! Spazio pertanto alle nuove leve ed ai nuovi campioni in attesa di rivederli presto in battaglia!

LE GARE:
Primi a scendere in pista, per la batteria 1 di prove libere, i piloti con maggior esperienza con, a seguire, tutti gli altri. 10 minuti secchi per riuscire a fare il miglior giro con i kart dati a sorteggio in modo casuale. In base al giro migliore ogni pilota è quindi stato riposizionato nel gruppo più o meno veloce con vari assestamenti. Se qualcuno pensava a dei risultati scontati in realtà si è dovuto ricredere perché infatti alcuni piloti del gruppo Basic sono saliti in Expert e viceversa.

RISULTATI PROVE LIBERE

Il FREE PRACTICE del gruppo A è stato quello dei più forti sulla carta e sulla base dello storico. Partendo con kart ancora freddi era prevedibile che ci volesse un poco più di tempo prima di poter inanellare i giri più veloci. L’incognita dei kart poi è sempre la stessa e se è vero che tutti i mezzi sono generalmente simili nelle prestazioni, qualcuno può essere più o meno più performante o adattarsi meglio alla guida del pilota di turno. Insomma tante le incognite, soprattutto se si tratta di piloti che battagliano sull'ordine del decimo di secondo.

Subito in evidenza il trio più accreditato con in testa Alessandro Carta (Cenz - Pilota ufficiale del Circuito) e, un po’ più staccato a 0.361, Alessandro Picciau (You Too - anch’egli nella squadra ufficiale Skindoor). A solo un decimo Riccardo Carboni (Rikyc. o detto anche STIG). Con un distacco di 7 decimi invece i primi inseguitori con a sorpresa un Alessandro Contu (Pillonedda) che scavalca  di una inezia (0.031 millesimi) Daniel Concas (Dany87). Ad oltre 1.4 secondi, ed in forte distacco, Francesco Usai (Franz Sardokan), in crisi e in netta difficoltà rispetto al solito. A seguire Danilo Petzeu (Grip13) rientrato dopo un anno di assenza e Jury Portas (Jap), anch’egli in difficoltà con il suo kart e con un giro veloce più alto del solito.
Questi ultimi tre piloti infatti hanno rischiato un declassamento al gruppo B, anch’esso molto competitivo e con piloti molto in forma pronti a sopravanzare. Di fatto Jury alla fine ha dovuto cedere a Leonardo Addis (Leo2K) la sua posizione in griglia con a seguire Maurizio Mura (Mrz).
Infatti anche nel gruppo B la battaglia sul giro veloce è stata accesa! Bene Leonardo Addis, Maurizio Mura e Samuele Corda con a seguire il padre Fabrizio Masedu e Alessandro Contu. Con a seguire, tutti ravvicinati, Simone Parente, Federico Aramu, Andrea Garzia, Federico Pavan, Giuseppe Cara.

LA GARA DONNE
Entusiasmante anche la competizione donne. Molto bello registrare, fra le iscritte, madre e figlia (ad anche l'altro figlio che ha corso nella categoria Basic uomini). Ducati è anche famiglia ed è stato bello ricevere la fiducia di una appassionata come Carmen Collu. Ma passiamo alla competizione! Partita subito bene Roberta  Murgia (Bobby) ha tenuto la testa della classifica fino a 2 minuti dalla fine facendo il miglior tempo all’8° passaggio. Forte delle precedenti esperienze si prevedeva una finale con lei vincitrice ma ogni tanto capita la sorpresa. Infatti, il costante increscendo di Francesca Cara (Kikka01) ha permesso di ottenere il risultato inaspettato. , Francesca ha inizialmente ha battagliato con Stefania (Gine 73) che però nella seconda parte di sessione non è riuscita a migliorare i tempi mentre le si avvicinava pericolosamente Carmen Collu, anch’essa in costante miglioramento ma penalizzata dal proprio kart. Francesca Cara nel mentre inanellava gli ultimi giri trovando la giusta confidenza con il suo mezzo e scendendo di quasi due secondi portandosi prima in vantaggi di soli 0.021 millesimi su Roberta e poi segnando il suo miglior tempo! Come tutte le feste e competizini sportive alla fine, al di là del risultato che ovviamente non considera un vero e proprio allenamento di base ma più che altro una bella esperienza di sport a 4 ruote fra appassionate, ciò che ha avuto la meglio è l'allegria e la soddisfazione delle partecipanti!

Così la classifica finale:
       Nome e cognome         Best laptime         Distacco
1)   Francesca Cara              56.502             
2)   Roberta Murgia               57.476               0.974
3)   Stefania  Zucca            1.02.485              5.983

4)   Carmen Collu               1.02.693              6.191

LA FINALI E LE GARE PER CATEGORIA

Se nelle prove libere vi erano stati i primi sconvolgimenti e alcune conferme sui piloti da battere, nelle cronometrate pre gara finale non si poteva più sbagliare ed era necessario fare la differenza. Cambio kart per tutti i piloti e nuovo sorteggio. Solo 6 minuti di tempo e massimo 7/8 giri per trovare la miglior posizione in griglia. Giorgio Serci, fermo per problemi fisici, osservava l’evento dal bordo pista e dava un supporto al suo principale avversario storico Francesco Usai.
La qualifica è entrata subito nel vivo con Riccardo Carboni a guidare le danze e Picciau a rispondere insieme a Carta. Da subito i tre hanno messo in chiaro di avere un passo di 2/4 decimi di secondo migliore del migliore degli inseguitori che, comunque, si sono nettamente avvicinati. Tutto si è giocato negli ultimi 2 minuti e continui ribaltamenti di posizione. Contu, Usai e Concas gli inseguitori, tutti attaccati e racchiusi in pochi decimi e leggermente più staccati gli altri con un po’ più vicino Petzeu. Bene anche Addis considerando che correva con dolori fisici derivati da un precedente incidente in allenamento con i Kart. Più sotto tono Mura che non è riuscito a trovare subito il giusto feeling con il nuovo kart.

Ecco i risultati della QUALIFICA pre gara:

1) Alessandro Picciau 46.786
2) Riccardo Carboni   47.243
3) Alessandro Carta   47.292

4) Alessandro Contu   47.588
5) Francesco Usai     47.665
6) Daniel Concas      47.801
7) Danilo Petzeu      48.143
8) Leonardo Addis     48.361
9) Maurizio Mura      49.081

LA GARA EXPERT
Già essere nei primi 9 piloti del lotto è un grande successo ma, chi gareggia, punta sempre al massimo!La prima sorpresa è arrivata in fase di schieramento. La "reverse" delle prime 4 posizioni ha mischiato i giochi con Contu che si è trovato a partire primo ed a seguire gli altri tre. Formula start: Partenza da fermo in griglia al semaforo. Obbligo di almeno uno stop & go per tutti i piloti entro i 20 minuti di gara!

Scatta il verde e subito dalle prime battute la gara davanti si infiamma con Alessandro Contu che si ritrova alle spalle ben 3 missili e piloti esperti pronti ad attaccarlo. La resistenza dura poco e ben presto, in soli 3 giri, viene superato dagli avversari Picciau e Carta che riescono a prendere un leggero vantaggio da Carboni che, a sua volta, resta leggermente più attardato nella battaglia con una leggera toccata con Contu.
Si fa così sotto Usai che con il nuovo Kart si trovato subito bene (recuperando 3 posizioni in griglia già dalle qualifiche). Contu e Usai si fronteggiano in 4 passaggi con vari tentativi di sorpasso e incrocio di linee con Daniel Concas incollato dietro e pronto a sfruttare il minimo errore. Alla fine Usai trova una breccia e prova a inseguire Carboni allungando leggermente mentre Contu e Concas si danno al confronto ravvicinatissimo a suon di giri veloci estremamente simili.
Mentre i primi due ormai facevano battaglia a se, Carboni cercava il recupero e allungava mentre Usai, che aveva a sua volta provato ad avvicinarsi per tentare di acciuffare il terzo posto, alla fine e dopo aver tenuto il passo per 5 giri, vedeva che il distacco aumentava leggermente e inesorabile per cui era importante tenere la posizione e il buon passo. Concas e Addis invece battagliavano fra loro con Mura leggermente distaccato.
A metà gara circa i primi cambi, con Carboni più rapido di tutti, riusciva a rosicchiare qualche decimo. Per gli altri il distacco era rimasto quasi invariato.
La battaglia per il primo posto, nel mentre, si delineava positiva per Picciau che pur avendo perso un secondo in più nello stop & go aveva comunque capitalizzato il passo di gara con Carta leggermente più in difficoltà che ne subiva l’attacco finale ma restava a tallonarlo a breve distanza. Carboni, in miglioramento, era ancora adeguatamente distanziato mentre dietro accadeva di tutto.
Il gruppo centrale infatti si era nuovamente riunito con Usai che controllava gli attacchi degli avversari e Contu, con appiccicato Concas, che si facevano a loro volta sotto. Ben 12 giri di assoluta apnea senza pause e dove i due inseguitori di si rallentavano leggermente mentre a sua volta Usai, stanco e avendo capito di non avere un passo migliore, chiudeva le traiettorie per non lasciare varchi (perdendo a sua volta tempo). Per due volte i tre piloti si sono leggermente distanziati e riavvicinati. Alla fine, Contu, nel tentativo di dare il tutto per tutto, ha sbattuto più volte nelle protezioni attardandosi oltre che subire e rintuzzare gli attacchi di Concas che vedeva ad un passo il 5° posto. Alla fine i tre, ormai stremati, sono giunti al traguardo nuovamente vicini ma nello stesso ordine in cui si trovavano 12 giri prima. Seguivano più distanziati Petzeu che era riuscito a tenere a bada Addis, esausto, e Mura.

IL RISULTATO FINALE 

       Nome e cognome          Best laptime         Distacco
1)    Alessandro Picciau           46.494       
2)    Alessandro Carta             46.556            1.266
3)    Riccardo Carboni             46.586            3.582

4)    Francesco Usai               47.148           21.489
5)    Alessandro Contu             46.986           22.085
6)    Daniel Concas                47.051           22.423
7)    Danilo Petzeu                47.672           42.275
8)    Leonardo Addis               47.758           44.033
9)    Maurizio Mura                48.470           1 giro

QUALIFICHE CATEGORIA BASIC
Il secondo gruppo ha visto subito dominatore delle QUALIFICHE Jury Portas che, con il cambio Kart, ha subito trovato il giusto ritmo al punto da fare tempi da gruppo Expert e dando subito mezzo secondo al primo avversario. Dietro il gruppo si era spaccato in due velocità. Corda, Aramu, M. Contu, Masedu sul passo di 49 sec. a giro e Parente, Garzia, Pavan e G. Cara sul passo superiore a 50/51. Così la griglia!

1) Jury Portas     48.381
2) Samuele Corda   48.939
3) Federico Aramu  49.039

4) Marco Contu     49.272
5) Fabrizio Masedu 49.478
6) Simone Parente  50.616
7) Andrea Garzia   51.436
8) Federico Pavan  51.788
9) Giuseppe Cara   53.248

LA GARA BASIC
Parte bene Portas con a tallonarlo da vicino Corda. I due da subito fanno gara a se anche se Portas poi nella seconda parte di gara mostra una costanza di tempo migliore e riesce ad allungare mentre Corda si limita a tenere il buon passo avvantaggiato anche dal distacco accumulato dagli altri avversari più vicini ed attardati dalle battaglie iniziali.
Unico inseguitore più vicino è stato Marco Contu mentre Masedu e Aramu, che aveva fatto delle buone qualifiche ed ambiva al terzo posto, facevano battaglia ravvicinata. Garzia il primo dell’ultimo gruppo vedeva recuperare Parente che stava leggermente iniziando a rosicchiare il divario. A sua volta Parente vedeva più distanziati Pavan e G. Cara. Interessante sul finale la serie di migliori giri che vedeva dal 4° al 9° posto tutti racchiusi in 1 secondo. Complimenti a Fabrizio Masedu, il più grande del lotto dei piloti e comunque a filo di podio del gruppo Basic e bravi anche ai nuovi: Contu, Garzia, Pavan, Cara.


       Nome e cognome                 Best laptime              Distacco
1)    Jury Portas                        47.872
2)    Samuele Corda                      48.282                   3.055
3)    Marco Contu                        48.739                  17.935
4)    Fabrizio Masedu                    49.272                  31.969
5)    Federico Aramu                     49.043                  35.680
6)    Andrea Garzia                      50.144                  1 giro
7)    Simone Parente                     49.559                   7.512
8)    Federico Pavan                     50.492                  13.934
9)    Giuseppe Cara                      50.912                  32.026


ALBO TROFEO "PILOTI DUCATI KARTING FORTE VILLAGE RESORT:
2009: 1) Giorgio Serci - 2) Francesco Usai - 3) Paolo Caocci      BEST LAP 2009: 0:39.157 Giorgio Serci
2010: 1) Francesco Usai - 2) Giovanni Maxia - 3) Giordano Loi   BEST LAP 2010: 0:39.477 Francesco Usai
2011: 1) Efisio Cinus - 2) Francesco Usai - 3) Giuseppe Guida BEST LAP 2011: 0:38.077 Francesco Usai
2012: 1) Francesco Usai - 2) Giorgio Serci - 3) Federico Demarchi BEST LAP 2012: 0.38:382 Giorgio Serci

ALBO TROFEO PILOTI DUCATI KARTING INDOOR - SKINDOOR SESTU:
2013: 1) Giorgio Serci - 2) Marco Anedda - 3) Roberto Argiolas
Internazionale: 1) Francesco Usai (DOC SARDINIA - ITA) - 2) Riccardo Carboni (DOC SARDINIA - ITA) - 3) DOC LIONE (FRA)
2014: 1) Giorgio Serci - 2) Marco Anedda - 3) Francesco Usai
2015: 1) Giorgio Serci - 2) Daniel Concas - 3) Simone Pistis
MONDIALE WPM 2015: 1) Giorgio Serci (SARDINIA DOC - ITA) - 2 Francesco Usai (SARDINIA DOC - ITA) - ( DOC PRATO - ITA)
2016: 1) Francesco Usai - 2) Giorgio Serci - 3) Alessandro Picciau
2017: 1) Alessandro Picciau - 2) Alessandro Carta - 3) Riccardo Carboni

BEST LAP EVER:
anno 2011 - Francesco Usai, tempo 0:38.077 (Fort Village)
anno 2014 - Riccardo Carboni, tempo 0:40.859 (Skindoor Rt8)
anno 2015 - Giorgio Serci, tempo 0:40.155 (Skindoor Rt8s)
anno 2016 - Alessandro Picciau tempo 0:0.55.104 (Skindoor Rt8s - Sopraelevata)
anno 2017 - Alessandro Picciau tempo 0:0.46.494 (Skindoor SR4 - Circuito Corto causa pioggia)

SI RINGRAZIA

Organizzazione: Alessandro Usai e il suo Staff per il lavoro svolto.
Fotografi: Doriano Mucelli, Teresa Caria

DUCATI SARDINIA DOC STAFF