Ducati.it

Diventa socio Ducati Sardinia DOC

Ultime News

01.05.2019

Ducati Vs Vespa in pista (07/07/19)

Pista e strada, lo prima prova totale!

4 Ducati Sardinia Test Day (Mores - SS) 2008

Un breve riassunto dell'evento.

RECENSIONE DEL 4° DUCATI SARDINIA TEST DAY

Anche nel 2008 le magiche note del sound bicilindrico Ducati hanno rotto la quiete di una domenica dell’autodromo di Mores. Di scena, lo scorso 21 settembre, il quarto Ducati Sardinia Doc Test Day organizzato dai centauri del "Ducati Sardinia Doc". Ed è stato spettacolo, divertimento e tanta emozione.
Nel circuito sassarese si sono dati appuntamento cinquanta ducatisti per provare l’emozione della pista in sella alle ultime regine della casa di Borgo Panigale la 1098S e la 848. Il modello S è poi un autentica rarità in questi test in quanto, come molti sanno, è un modello dotato di sospensioni Ohlins, cerchi più leggeri del base e ovviamente di prezzo più elevato.

Per tutta la giornata è stato un susseguirsi di piloti che entravano e uscivano dalla pista in sella a queste tre moto inanellando giri su giri e mettendo a dura prova le proprie capacità di driver. <E’ stato un evento memorabile – ha detto Francesco Usai, presidente del Ducati Sardinia Doc -  una giornata fantastica sia per il tempo che per la qualità degli appassionati che hanno partecipato>. Tra i  piloti provenienti da tutta la Sardegna non sono mancate le ragazze, due per l’esattezza, Francesca Pisanu accompagnata dal padre anch’egli pilota che ha provato la 1098S e Manuela Licata in sella a una 1098 da competizione, pilota già conosciuta per le sue esperienze nelle gare del campionato Europeo femminile.  A coronare l’evento un gruppo di piloti venuti dalla Francia che hanno dato spettacolo.
Nella pausa pranzo infine un fuori programma con una breve escursione in pista della formula 3000 guidata dal campione pilota Sulcitano Marco Satta. Non sono mancati i brividi con una la scivolata di un centauro in sella di una moto test (Ducati 848) senza per fortuna nessuna conseguenza.
<Sono molto soddisfatto – continua Francesco Usai – del fantastico lavoro svolto dai meccanici Ducati (Alessandro e Lorenzo) che hanno veramente dato un enorme supporto alla riuscita della manifestazione. Sempre pronti a intervenire nelle piccole riparazioni, assetti delle moto, sostituzione delle gomme e delle leve del cambio danneggiate nelle forti pieghe al limite.

Questo dice tutto sulle prestazioni di queste due ultime creature della Ducati, la 1098 e 848 appunto. Moto promosse da tutti. Da segnalare anche una grande presenza di pubblico femminile che ha animato gli spalti, cosa che in questi eventi non dispiace di certo.  Grandioso poi il supporto di Michele Tocco (socio del Ferrari Club Italia) che, a breve diventerà anche nostro socio e che da appassionato ci ha assistito in modo fondamentale nella gestione dei turni di prova. Doveroso il ringraziamento alla DueCi Ford di Andrea Chergia e all’associazione Sa Yanna per il supporto economico>.

Insomma è stata ancora una volta una giornata memorabile per le tante persone che hanno preso parte a questo quarto evento Ducati  sfoderando una forte passione per le due ruote made in Italy.
<Ricordo – ha concluso Francesco Usai - che il Sardinia DOC vive di pura passione ed è organizzato da uno Staff di persone che lavorano  in altri ambiti dedicando il loro tempo libero al club senza il minimo introito. Sono fiero di questo gruppo, unico e invidiato da molti per la sua unione, fierezza e fraterna amicizia. Il nostro Sardinia DOC è amore per la vita, esaltazione dello spirito del Ducatista e
della sua passione per il made in Italy desmodromico. Il club nasce dal cuore e dall’amicizia, dal sacrificio e dalla volontà di creare qualcosa di unico e di nuovo>.

Il Ducati Sardinia DOC è un club che si è molto evoluto ed ha segnato momenti importanti nel panorama motoristico isolano. Cresciuto tantissimo nei primi 3 anni di vita (dal 2005 al 2007) ha poi visto nel 2008 un netto cambiamento nella struttura con la realizzazione di uno staff molto affiatato
attorno al quale è stato costruito un gruppo di amici e un legame di lealtà e rispetto reciproco molto forte.

La selezione dei soci, la riduzione del numero da 220 a meno di 100 iscritti con un 95% di soli ducatisti ha poi fatto la differenza.
Gli eventi non sono più di massa ma solo "a chiamata" con preiscrizione ed a numero chiuso, tutti molto esclusivi come la passione e il cuore dei ducatisti.
Il club ora si concentra su eventi di beneficienza come l' AISM ed eventi turistici / sportivi come con il Ferrari Club, Test ufficiali in pista (Ducati Day), relazioni internazionali con tutti i club Ducati del mondo
volte a realizzare una rete di amicizie che i soci possono utilizzare nei loro spostamenti e viaggi.