Ducati.it

Diventa socio Ducati Sardinia DOC

Ultime News

01.05.2019

Ducati Vs Vespa in pista (07/07/19)

Pista e strada, lo prima prova totale!

4 Ducati Sardinia Endurance GP - 2 Memorial FILIPPO SANNA

Vittoria imprevedibile e tanta emozione nel ricordo di un amico

4° Ducati Sardinia Kart Endurance 2017, TROFEO FILIPPO SANNA - RECENSIONE
Il tempo passa ma ogni volta è sempre una nuova emozione!

4° ENDURANCE DUCATI SARDINIA DOC (12/11/17)
Ebbene siamo giunti alla 4a edizione, la seconda del memorial di FILIPPO SANNA. Non sembra vero, come svegliarsi da un brutto sogno che invece si scopre realtà. Il memorial ricorda e ci fa riflettere, riportando alla mente la tragedia dello scorso anno, sugli accadimenti cha cambiano la vita. Si vede dagli occhi dei piloti, dai piccoli momenti in cui traspare un senso di malinconia. Il trofeo è si una festa dello sport e dell’amicizia ma allo stesso tempo ci trasmette molti valori, il senso di comunità e appartenenza. Come solo accade nei gruppi fatti da "veri uomini" e persone "speciali", la mancanza di una persona cara resta sempre e comunque. Nel trofeo 2017 non è stato necessario fare ulteriori racconti o commemorazioni, è stato sufficiente sollevare un poco lo sguardo e scorgere lo striscione che dall’anno scorso capeggia su uno dei punti principali della pista e dove il nome di Filippo Sanna racconta che i suoi amici non lo dimenticheranno mai. 

Apprezzatissima la formula dei team da 3 piloti, anche per il 2017 abbiamo fatto miracoli in collaborazione con la direzione di gara e la massima disponibilità di Alessandro Usai. Se da una parte la strutturazione dell’evento ha fatto un’altro piccolo balzo in avanti, purtroppo, a causa di varie situazioni personali dei piloti (loro malgrado) la griglia di partenza è risultata molto ridotta. 17 piloti, 6 Team, tre piloti a Team, primi 6 piloti definiti in base ai migliori tempi, sorteggio del secondo e terzo pilota (per equilibrare le squadre con livello MEDIO e BASE oltre a rendere la competizione imprevedibile, sorteggio del kart, cambio kart durante la gara, gestione dei tempi elettronica con semaforo e pulsante per lo stop del tempo, gestione dei pesi dei piloti con 80 come base senza zavorra. 15 i minuti di qualifiche con extra 10 per i piloti BASE (per prendere maggior confidenza con la pista) e 90 minuti di gara per capire chi sarà il nuovo detentore del titolo. Come da consuetudine il Breafing piloti è stato dettagliato e scrupoloso, ad opera di Alessandro Usai,  per evitare errori e penalità nei ben 5 cambi necessari a portare alla fine la gara. Obbligo per ogni team di non superare il massimo di 40 minuti a pilota in modo da evitare che solo i piloti forti guidino tutto il tempo rispetto ai piloti base! Formula azzeccata!

DA SEGNALARE:
Pur di essere presenti Fabrizio Masedu e il figlio Samuele hanno fatto un lungo viaggio, purtroppo Samuele non ha poi potuto correre a causa di un precedente incidente che ha sconsigliato la sua partecipazione. Presente anche Francesco Vacca che pian piano si sta riprendendo dall’incidente in moto di alcuni mesi fa e Giorgio Serci, anch’egli out a causa di problemi tendinei. Giorgio in particolare ha dato supporto e grande aiuto durante l’evento.

LE REGOLE IN SINTESI:
- sono stati pesati tutti i partecipanti e, per ognuno, è stato definito un quantitativo di kg di zavorra rispetto al pilota più pesante (appunto 80 kg)
- cambio kart per l'avvicendamento dei piloti, al momento di entrare nella corsia di decelerazione, dovevano cliccare su un pulsante che dava l'avvio del minuto di tempo utile alla ripartenza, Un semaforo rosso o verde definiva l'ok o meno al rientro
- cambio kart e pilota per un minimo di 5 cambi
- scorrettezze o sorpassi eccessivamente "grintosi" con penalizzazione
- entrata anticipata nella corsia di decelerazione con il rosso veniva punita con il tempo di circa  1 minuto di penalità
- tempo massimo di guida in totale per ogni pilota: 40 minuti. In caso contrario per ogni minuto in più, 1 giro di penalità.

I PARTECIPANTI:
Riccardo Carboni, Alessandro Contu, Francesco Usai, Giorgio Serci (team manager), Alessandro Picciau, Alessandro Carta, Daniel Concas, Leonardo Addis, Simone Pistis, Andrea Delussu, Fabrizio Masedu, Marco Mocci, Andrea Corona, Nicola Sarigu, Jackop, Matteof, Kyro, Andrea Garzia.

LA GARA - QUALIFICHE
Effettuati i sorteggi e definiti i team che ricordiamo comprendevano anche piloti che "correvano per la prima volta" (proprio perché in questa gara lo spirito non è la vittoria a tutti i costi, semmai è il divertimento e il gioco che emerge dal mischiare sapientemente le abilità e i livelli dei piloti, pertanto anche i meno esperti sono ben accetti e fanno parte della filosofia di gara), si è passati alle qualifiche. Proprio uno dei novizi (a causa dell’indisponibilità all’ultimo momento di un pilota) si è offerto di correre in due team contemporaneamente.

Con il tempo massimo di 15 minuti ogni squadra doveva terminare le qualifiche e solo per i piloti BASE era previsto un extra 10 minuti per far pratica. Ma prima……pausa moto GP per l’ultima tappa del campionato mondiale.

In questa edizione il livello medio dei piloti ha raggiunto un nuovo step. Merito anche di 3 inserti giovanissimi forgiatisi con la accademia Skindoor che affiancati ai mostri sacri più "anziani"del lotto hanno dato vita ad una competizione di grande pregio!
Come ogni anno l’endurance è assolutamente difficile da prevedere, quest’anno in particolare crediamo che la previsione sarebbe stata così difficile che a volerci scommettere qualcuno si sarebbe fatto ricco!

Ecco i TEAM ENDURANCE DUCATI 2017

TEAM 1: Alessandro Carta (CENZ), Andrea Corona, Leonardo Addis
TEAM 2: Alessandro Picciau (YOUTOO), Nicola Sarigu, Alessandro Contu
TEAM 3: JACOP, Nicola Sarigu, Francesco Usai (FRANZ SARDOKAN)
TEAM 4: MATTEOF, Marco Contu, Simone Pistis
TEAM 5: KYRO, Fabrizio Masedu, Daniel Concas
TEAM 6: Riccardo Carboni (STIG), Andrea Garzia, Andrea Delussu

CLASSIFICA QUALIFICHE PILOTI CON MIGLIOR TEMPO E PILOTA REALIZZATORE DI TEAM

1 TEAM 1: Alessandro Carta  51.309
2 TEAM 3: JACKOP            51.452
3 TEAM 4: MATTEOF           51.812
Gli altri Team comunque seguivano tutti a breve distanza con Team 5 con 51.885, Team 2 con 52.252, Team 6 con 52.449. Un po’ di traffico in pista e comunque un livello molto alto hanno definito una griglia ravvicinata e ancora tutta da "mischiare". Infatti il risultato della qualifica spesso ha tratto in inganno.
Con la presenza di un pilota che in particolare non aveva mai provato i kart le cose si sono molto complicate e pertanto i due Team sorteggiati per averlo in gruppo erano fortemente sfavoriti. Un pronostico inizialmente confermato dai tempi in qualifica che mostravano un gap di almeno 5/6 secondi a giro! Inoltre i due team dovevano organizzarsi per poterlo far girare fra i propri cambi in modo estremamente preciso. Insomma una ardua impresa. A supporto del Team 3 è quindi giunto Giorgio Serci che ha definito e fatto da tramite con il team 2 (capeggiato da Picciau, già esperto di Endurance) e gestito i cambi piloti.

LA GARA - LO START
Con le premesse iniziali i team 2 e 3 si erano rilassati e, avendo compreso che sarebbe stata una impresa disperata, hanno pensato a concentrarsi sul "divertimento" e comunque sul fare del proprio meglio per limitare i danni sperando in un miracolo ed errori degli altri team.
La partenza lanciata ha subito fatto vedere le forze in campo con Alessandro Carta (TEAM 1) che ha subito preso distacco e JACKOP (Team 2) che, non trovando feeling con il kart sorteggiato, non riusciva a replicare i tempi iniziali delle qualifiche e addirittura prendeva distacco subendo il rientro di KYRO. Proprio KYRO dopo poco tempo prendeva il comando mentre partivano i primi cambi.
Il team 3 sprofondava nelle retrovie mentre il Team 2 e 5, 6 risalivano la china. Proprio una "toccata" importante in fase di sorpasso giocava pesantemente sulla gara del team 6 che prendeva penalità su guida di Riccardo Carboni che da li in poi è stato costretto ad una gara di rincorsa.
Altro colpo di scena invece per il team 2 che stava tenendo una media di gara ottima ma dove, per un errore di Nocola Sarigu in fase di ingresso ai box, ha preso penalità di un giro. Ad ogni cambio le carte si rimescolavano completamente e la gara era sempre più avvincente a dimostrazione di quanto i Team fossero ravvicinati. Il Team 3 aveva optato per concentrare la gara ed i cambi nella prima metà e la scelta è stata molto fortunata! Girando con pista abbastanza libera e senza mai compiere errori gestendo i tempi massimi di permanenza con un minimo di sicurezza….è arrivata la sorpresa!  A 6 minuti dalla fine, con gli ultimi cambi il Team 3 era in testa seguito da vicino solo dal team 5. Un distacco che comunque è rimasto tale fino alla fine. La bandiera a scacchi ha pertanto tolto il fiato sospeso dei pretendenti al titolo 2017!

La classifica FINALE di SQUADRA:
1° class. TEAM DUCATI 3 JACOP, Nicola Sarigu, Francesco Usai (FRANZ SARDOKAN) - (96 giri, Km/h 51.52) giro veloce 50.789
2° class. TEAM DUCATI 5 KYRO, Fabrizio Masedu, Daniel Concas - A 06.226 (96 giri, km/h 41.47) giro veloce 50.809
3° class. TEAM DUCATI 1 Alessandro Carta (CENZ), Andrea Corona, Leonardo Addis - A 21.445 (96 giri, km/h 41.35) giro veloce 50.831


Anche questa volta una bellissima e combattutissima gara in cui è il caso di dire che ha vinto proprio uno dei team che meno ci si aspettava, ovvero quello con un pilota inesperto, a dimostrazione che alla fine è la capacità di ridurre al minimo gli errori e mantenere una condotta media di gara sempre ottimale e senza forzare troppo. Siamo certi che sia per i piloti, gli spettatori e per "Filippo Sanna" la gara sia stata bella da vedere e chissà, magari fra una curva e l’altra, anche lui era seduto un po’ con ognuno di noi a godersi la bagarre e il piacere di una giornata di gioia insieme come due anni prima. Ringraziamo infine alcune delle persone care a Filippo, Gabriella e Stefania, che sono state presenti anche se capiamo in una occasione "difficile" per loro ma dove era bello l’essere nuovamente tutti insieme come allora.

DUCATI SARDINIA DOC STAFF