Ducati.it

Diventa socio Ducati Sardinia DOC

Ultime News

01.05.2019

Ducati Vs Vespa in pista (07/07/19)

Pista e strada, lo prima prova totale!

3 Trofeo Forte Village Kart 2011

Recensione dell'evento e momenti salienti.


17 SETTEMBRE 2011 – 3° TROFEO DUCATI SARDINIA KART – FORTE VILLAGE RESORT


Gran finale degli impegni sportivi 2011, il Forte Village Resort conclude nel migliore dei modi la serie degli appuntamenti più "adrenalinici". Pensavamo che sarebbe stato molto difficile replicare il successo e il divertimento del 2010 ma ci sbagliavamo , questa edizione è stata molto meglio! La perfetta collaborazione con lo staff del Resort con in testa Paola Bertucelli coadiuvata dai ragazzi della Leisure Land ha permesso di pianificare gare, divertimenti di contorno, organizzazione della discoteca, dell’area game e i pacchetti pernottamento. Non per niente parliamo del Resort più premiato al mondo!
A disposizione di chi restava a dormire la sera c’erano delle stupende e deliziose villette con giardino privato fronte piscina principale. Servizi di prim’ordine e accesso alla SPA per un percorso di Talassoterapia da sogno hanno poi concluso il soggiorno con una definizione…..paradiso!

Ecco  i numeri dell’evento: 36 piloti al via delle gare, 83 invitati selezionati, 6 addetti Staff e 7 assistenti operativi del Forte, 7 spumanti da podio, 1 coltello di lusso marchiato Ducati, 830 presenze alla festa in discoteca (di cui 85% donne), 4 piscine, 21 consol videogiochi (area game), 2 ore di attività sportiva, 6 ore di festa successiva alla gara. La domenica invece ben 980 presenze per la festa in spiaggia, 8 ore di percorso relax in piscina, 1 ora di percorso Talassoterapia, 2 ore di cena al ristorante Castello (lusso). Non male!!

L’anima dell’evento, ancora una volta i piloti. Dalle ore 20 pm si è registrata l’affluenza di piloti e invitati entusiasti e memori dell’esperienza dell’anno prima. Giorgio Serci ed Efisio Cinus hanno curato l’accoglienza mentre Stefano Tuveri e Giorgia Carcangiu si sono occupati delle registrazioni e dell’organizzazione delle batterie di gara.
Lo staff della struttura ha quindi concordato e rivisto la scaletta degli eventi in programma e definito gli ultimi dettagli.
I gruppi sono stati divisi in 4 categorie: PILOTI DUCATI (i piloti del club più veloci - GIALLO), DUCATI FRIENDS (i piloti amici del gruppo DUCATI - VERDE), DUCATI GIRL (le ragazze del club e quelle dell’Aeronautica Militare - ROSA), DUCATI PARTNER (i nostri sponsor, i membri della base Aeronautica, Ferrari Club Italia delegazione Sardegna, concessionarie Ducati - BIANCO).

GRUPPO 1 – PILOTI DUCATI
1     Stefano     Passera
2     Francesco     Usai        
3     Giorgio          Serci        
4     Efisio          Cinus                     
5     Francesco    Vacca
6     Matteo    Puddu
7     Luca    Adamo       
8     Giuseppe     Guida
9     Roberto    Argiolas

GRUPPO 2 - FRIENDS
1     Guseppe    Vacca (Tecnomoto)
2     Paolo     Appeddu (Ferrari Club D.S.)
3     Andrea        Chergia  ( Due Ci Ford) 
4     Marco     Salemi (Aeronautica)
5     Angelo    Sbardella (Aeronautica)
6     Mario     Pirroni (Aeronautica)
7     Michele     Commissione (Aeronautica)
8     Nicola     Angioni (Aeronautica)

GRUPPO 3 – DUCATI GIRL
1     Stefania     Nioi   
2     Silvia             Pusceddu   
3     Alessandra     Murru
4     Giorgia    Carcangiu
5     Marilisa    Pirroni
6     Francesca    Carta
7     Maria Paola    Lombardo
8     Claudia    Matta
9     Anna    Floris
10     Samantha   Giagoni
  
GRUPPO 4 – DUCATI FRIENDS

1     Federico     Vidili
2     Juri     Portas
3     Alessio    Noto
4     Stefano    Pisanu
5     Davide     Podda
6     Giacomo    Giovannini
7     Filippo    Tuveri
8     Fabio    Congiu
9     Paolo    Caocci

Le 4 batterie di qualificazione definivano le griglie di partenza e, grazie al sistema di rilevamento dei tempi direttamente proiettato su maxischermo in tempo reale, anche il pubblico poteva rendersi conto della situazione in modo costante. Le telecamere riprendevano i punti principali della pista e le reazioni del pubblico durante le fasi di sorpasso.
Prima di iniziare, grazie al supporto di Luciano Musu (delegato dell’associazione ASGOP), è stato organizzato uno stacchetto con ballo Hip Hop gradito dagli spettatori ed inoltre è stato messo in esposizione l’esemplare unico del primo coltello di lusso DUCATI realizzato da Massimo Manca di Luxury Knives. Questo pezzo unico è realizzato interamente a mano. Tipico Pattadese di 10 cm di lama in Aisi 440 con manico in corno di Montone, collarino in alpaca con rifiniture di dettaglio e loghi Ducati. Inutile dire che ha riscosso l’ammirazione di tutti!

LE GARE:
Come di rito, i primi a scendere in pista, per la finale parziale più attesa, sono stati i PILOTI DUCATI e se l’anno scorso era un girone di "ferro" questa volta si è visto un livello dei piloti ancora più elevato grazie anche all’arrivo di nuovi driver e una miglior conoscenza della pista. Otto piloti racchiusi in un secondo e tra il primo e il quinto solo 5 decimi di distacco. Pole position ad Efisio Cinus con il tempo di 38.99. Insomma, delle qualifiche indiavolate che ben facevano pensare ad una gara accesissima.
Al via parte bene Francesco Usai che affianca Cinus ma non riesce a sorpassarlo, al terzo posto lo tallona da vicinissimo Giuseppe Guida che approfittando della bagarre dei primi due riesce a soffiare il secondo posto. I tre restano attaccati per quasi tutta la gara, con grande soddisfazione del pubblico, e ad avvantaggiarsi è proprio Cinus che riesce a prendere quel distacco minimo che gli permette di arrivare sicuro alla vittoria mentre dietro la battaglia è accesissima ed alla fine la spunta Usai su un Guida che paga un piccolo errore. Dietro la bagarre è spietata e vede in particolare Serci e Passera che combattono fino all’ultimo.

       Nome e cognome          Best laptime              Distacco
1)    Efisio Cinus                   0:38.192             
2)    Francesco Usai             0:38.768                      03.35
3)    Giuseppe Guida            0:38.604                      07.93
4)    Giorgio Serci                 0:39.173                      14.67
5)    Stefano Passsera         0:39.280                      16.88
6)    Roberto Argiolas          0:40.390                       24.39
7)    Francesco Vacca          0:41.034                      30.29
8)    Matteo Puddu               0:40.963                      1 lap
9)    Luca Adamo                 0:40.749                      1 lap

Nella categoria DUCATI GIRL la gara ha visto dominare nelle qualifiche Silvia Puscedu (pole) e Stefania Nioi. Parte bene Pusceddu che dopo un errore si vede superare da Stefania Nioi che con costanza tiene il comando della gara mentre dietro accadono di tutti i colori. Si avvicendano molto spesso le posizioni di metà classifica e, con una bella e spettacolare partenza  "su due ruote", una condotta di gara e giro veloce, emerge Marilisa Pirroni che terminerà poi al 2° posto davanti a Pusceddu.

       Nome e cognome         Best laptime              Distacco
1)    Stefania Nioi                   0:43.388             
2)    Marilisa Pirroni               0:42.801                      03.19                   
3)    Silvia Pusceddu             0:43.583                      07.17
4)    Francesca Carta            0:42.862                      27.31
5)    Alessandra Murru           0:44.178                      29.53
6)    Giorgia Carcangiu          0:45.903                       1 lap
7)    Maria Paola Lombardo   0:45.840                       1 lap
8)    Claudia Matta                 0:45.567                       1 lap
9)    Anna Floris                     0.46.920                       1 lap
10)    Samantha Giagoni        0:48.559                       2 lap

La categoria DUCATI FRIENDS ha avuto delle qualifiche molto combattute in cui sono emersi Paolo Caocci, Juri Portas e Filippo Tuveri con il resto del gruppo piuttosto vicino. Alla partenza si fa subito strada Portas che prende il comando e lo tiene per qualche giro pagando però un piccolo errore a vantaggio di Caocci che lo segue da vicino. Lo stesso Caocci manterrà il vantaggio fino alla fine mentre nel gruppo inseguitore emerge Alessio Noto e Giovannini (con un miglior tempo pari ai primi due).

       Nome e cognome                 Best laptime              Distacco
1)    Paolo Caocci                        0:39.854             
2)    Juri Portas                            0:39.521                      05.91                   
3)    Alessio Noto                         0:40.417                      09.52
4)    Giacomo Giovannini             0:39.613                      20.00
5)    Federico Vidili                       0:40.439                      26.24
6)    Davide Podda                       0:40.819                      27.53
7)    Filippo Tuveri                        0:40.376                      1 lap
8)    Stefano Pisanu                     0:42.431                      1 lap
9)    Paolo Congiu                           NP

Passiamo infine al gruppo DUCATI PARTNER, altra batteria molto attesa che vedeva una massiccia presenza del gruppo Aeronautica. La gara è stata dominata da Paolo Appeddu (Ferrari Club) che però ha dovuto sudare la vittoria fino all’ultimo giro giocandosi la gara con Mario Pirroni. Una battaglia con qualche toccata e gesti di grande sportività. Al terzo posto arriva, un po’ più staccato, Angelo Sbardella che rispetto alle qualifiche recupera 2 posizioni.

       Nome e cognome                 Best laptime              Distacco
1)    Paolo Appeddu                     0:39.631             
2)    Mario Pirroni                         0:39.819                        01.18                   
3)    Angelo Sbardella                  0:41.067                        13.70
4)    Marco Salemi                       0:40.646                        21.34
5)    Nicola Angioni                      0:40.086                        24.57
6)    Giuseppe Vacca                   0:41.305                        1 lap
7)    Michele Commissione          0:42.274                        1 lap
8)    Andrea Chergia                       NP

Il titolo Piloti Ducati 2011 è passato quindi a Efisio Cinus che ha meritato pienamente il risultato sia per il passo di gara che per aver tenuto testa a Guida e Usai (vincitore del precedente titolo). Infine si è arrivati alla super finale generale. La graduatoria di accesso è stata così definita:

I primi tre del gruppo PILOTI DUCATI
Le prime due DUCATI GIRL
I primi due DUCATI FRIENDS
I primi due DUCATI PARTNERS
Infine, per il decimo classificato, il mioglior tempo del terzo classificato tra Girl, Friends e Partners.

Dopo una breve pausa per il sorteggio dei kart vengono così chiamati dallo speaker tutti i piloti ammessi alla finalona. Con sottofondo musicale tutti i driver si recano in pista per le foto di gruppo mentre il pubblico si prepara sugli spalti allo spettacolo che inizierà di li a poco. I piloti si complimentano fra loro a fine foto e tra strette di mano e abbracci si respira la giusta atmosfera pre gara anche perché, allo scattare del verde, ci sarà una nuova sfida da affrontare!

QUALIFICHE FINALISSIMA
Parte la sessione di qualifiche, Francesco Usai parte favorito ma all’inizio riscontra qualche problema con il kart che prima si spegne e gli fa perdere tempo e poi, al rientro in pista, si trova in mezzo ad altri piloti dovendo quindi attendere per avere un po’ di distacco e fare il giro veloce. Nel mentre, nell’ordine, Guida, Caocci, Appeddu e Cinus si alternano alla pole. Negli ultimi 5 giri la spunta Usai inanellando tre passaggi buoni con il passo di 38.70. Seguono quindi Guida (38.92), Caocci (39.11), Appeddu (39.46),  Cinus (39.56), Portas (39.60). Più staccati gli altri.

LA GARA FINALE
Con tempi così vicini ed un livello medio dei piloti nettamente più alto dell’anno scorso è facile immaginare l’aspettativa del pubblico sugli spalti. Oltre 1 secondo al giro in meno di differenza rispetto al 2010 e ben 6 piloti sotto i 40 secondi. All’allineamento alla griglia di partenza tutti si concentrano per fare il miglior scatto. Al verde parte benissimo Giuseppe Guida mentre Usai deve guardarsi dall’attacco di Cinus e Caocci. Durante i primi tre giri Guida riesce a prendere un po’ di distacco mentre Usai cerca di trovare il ritmo giusto. Finalmente al 5° giro i due pretendenti al titolo finale si ritrovano nuovamente attaccatissimi. Guida si gira spesso per controllare in quale punto Usai tenterà il sorpasso. I due hanno un passo nettamente più forte del resto del gruppo e sempre con una media di 38 secondi/giro. Questa sfida da vicino durerà per 4 giri quando in prossimità di due doppiaggi Usai si trova bloccato e impiega tre giri per liberarsi. Nel mentre, approfittando della situazione, lo raggiungono Cinus e Caocci che provano il sorpasso senza però riuscirvi. Guida ne approfitta prendendo un cospiquo vantaggio arrivando a vincere tranquillamente. Usai, liberatosi dei due doppiaggi riesce finalmente a riprendere il ritmo e distanziare i diretti inseguitori ed a nulla vale il giro più veloce dei tre anni di trofeo……Guida è già al traguardo con 17 secondi di vantaggio.
Durante la bagarre dei primi due posti dietro ne accadono di tutti i colori. Ne emerge Jury Portas mentre Cinus deve vedersela con Appeddu e, ancor prima con Caocci che però commette un errore e termina 6°. Prima delle donne ancora Stefania Nioi all’8° posto.

       Nome e cognome          Best laptime              Distacco
1)    Giuseppe Guida                  0:38.286             
2)    Francesco Usai                   0:38.077                      17.63                   
3)    Juri Portas                          0:39.508                      29.61
4)    Efisio Cinus                        0:39.343                      35.21
5)    Paolo Appeddu                   0:39.568                      39.78
6)    Paolo Caocci                      0:39.290                      1 lap
7)    Mario Pirroni                       0:40.409                      1 lap
8)    Stefania Nioi                       0:42.508                      2 lap
9)    Marilisa Pirroni                   0.41.880                       3 lap
10)    Alessio Noto                     0.40.319                       3 lap

Termina così il trofeo più emozionante e combattuto, non si vedeva una gara così tirata dalla prima edizione,  peccato che le sfide più emozionanti (per vari motivi) non siano arrivate fino all’ultimo giro anche in finale. Con le premiazioni inizia anche la festa, partono gli applausi e i tappi di spumante fra foto e allegria. Il resto del gruppo, dopo alcuni brindisi, si trasferisce quindi in discoteca dove l’arrivo di ben altre 850 persone anima ulteriormente la festa fino alle 5 del mattino.

ALBO TROFEO "PILOTI DUCATI" KARTING FORTE VILLAGE RESORT:

2009: 1) Giorgio Serci - 2) Francesco Usai - 3) Paolo Caocci      BEST LAP 2009: 0:39.157 Giorgio Serci
2010: 1) Francesco Usai - 2) Giovanni Maxia - 3) Giordano Loi   BEST LAP 2010: 0:39.477 Francesco Usai
2011: 1) Efisio Cinus - 2) Francesco Usai - 3) Giuseppe Guida BEST LAP 2011: 0:38.077 Francesco Usai

Si ringraziano:

Stefano Passera - Organizzazione e gestione dei pass piloti e ospiti
Giorgio Serci e Efisio Cinus - Accoglienza e controllo ingressi
Stefano Tuveri – Organizzazione batterie e gruppi di gara.
Giorgia Carcangiu -  Organizzazione e gestione cassa
Andrea Chergia - Sponsor
Francesco Scarpetta e Alessio Noto - Organizzazione e gestione servizio fotografico generale
Paola Bertucelli - Referente principale per l'organizzazione interna del Forte Village

DUCATI SARDINIA DOC STAFF


Nota: Nella cornice paradisiaca del Forte Village Resort, in occasione del 3° Trofeo Ducati Sardinia kart è stato presentato il primo coltello Ducati realizzato da Massimo Manca di Luxury Knives. Artigiano Sardo già molto famoso e conosciuto per aver realizzato una serie di coltelli, della stessa tipologia, con marchio Ferrari autorizzati dalla stessa azienda di Maranello in occasione dei 60 anni di festeggiamenti. Questo pezzo unico è realizzato interamente a mano. Tipico Pattadese di 10 cm di lama in Aisi 440 con manico in corno di Montone, collarino in alpaca con rifiniture di dettaglio e loghi Ducati. Inutile dire che ha riscosso l’ammirazione di tutti!