Ducati.it

Diventa socio Ducati Sardinia DOC

Ultime News

01.05.2019

Ducati Vs Vespa in pista (07/07/19)

Pista e strada, la prima prova totale!

2 Ducati Sardinia Kart Endurance 2015 - RECENSIONE

Podio entusiasmante per una gara bellissima.

2° ENDURANCE DUCATI SARDINIA DOC (06/12/15)
La seconda edizione non delude! La formula di successo non si cambia, 20 piloti, 10 squadre, primi 10 piloti definiti in base ai migliori tempi, sorteggio del secondo pilota (per equilibrare le squadre e rendere la competizione imprevedibile, sorteggio del kart, cambio kart durante la gara, gestione dei tempi elettronica con semaforo e pulsante per lo stop del tempo. 12 minuti di qualifiche e 60 minuti di pura battaglia per testare la pista recentemente modificata con una sopraelevata! Breafing piloti dettagliato e scrupoloso per evitare errori e tante tante facce felici e pronte a cimentarsi nella nuova avventura, queste le specifiche di questo evento!

Dopo 10 anni di trofei Challenge e il record di 29 piloti partenti e 60 tester a due ruote, un World President Meeting e un trofeo kart Mondiale in cui i nostri piloti hanno preso le prime due posizioni……bisognava chiudere l’anno delle gare in modo altrettanto emozionante. E' nato con queste premesse il secondo endurnce.
Per dare maggior equità anche quest’anno sono stati pesati tutti i partecipanti e, per ognuno, è stato definito un quantitativo di kg di zavorra rispetto al pilota più pesante. Il cambio kart per l'avvicendamento dei piloti era definito dagli stessi partecipanti che, in fase di rientro, al momento di entrare nella corsia di decelerazione, dovevano cliccare su un pulsante che dava l'avvio del minuto di tempo utile alla ripartenza, Un semaforo rosso o verde definiva l'ok o meno al rientro per il cambio kart e pilota per un minimo di 4 cambi. Eventuali scorrettezze o sorpassi eccessivamente "grintosi" venivano penalizzate di un giro. L'entrata anticipata nella corsia di decelerazione con il rosso veniva punita con il tempo di circa  1 minuto di penalità. In realtà i piloti sono stati correttissimi e non è stato mai necessario ricorrere a tale penalizzazione.

LA GARA - QUALIFICHE
Una volta definiti i team che comprendevano anche piloti che correvano per la prima volta (anche loro degli eroi di a cui và onore al merito per essersi cimentati senza timore nella battaglia, in uno di questi casi è stato affiancato un pilota esperto dello stesso Skindoor), si è passati alle qualifiche. In 12 minuti ogni squadra doveva far girare due piloti e fare il miglior tempo possibile. Da subito i team si son dati battaglia accesissima a suon di giri veloci. Il livello medio era molto elevato rispetto anche alla prima edizione.

Ma come si è visto nell’edizione 2014 ciò non deve far pensare che il grosso dei giochi fosse fatto. Infatti in queste gare tutto può accadere e così è stato. Non è importante essere molto veloci quanto la media sul giro dei due piloti e la strategia di gara...oltre a un pò di fortuna nel trovare sempre un kart buono o a cui ci si adatta bene…senza poi fare errori.
La miglior media infatti era del team Ducati 1.

MEDIA A GIRO TRA I DUE PILOTI CON MIGLIOR TEMPO E PILOTA REALIZZATORE DI TEAM
1 DUCATI 1 (Piacciau)     56.666
2 DUCATI 10 (Pilota Skindoor) 57.176
3 DUCATI 2 (Serci)  57.404

Insomma, era ancora tutto da vedere e le prospettive per lo spettacolo erano alte.

LA GARA - LO START
La griglia di quest’anno vedeva molta incertezza visti i piloti in gioco. Picciau esperto doveva partire con un’altro pilota che ben conosceva la pista e dello stesso Skindoor, a seguire Serci che è uomo costante e pilota che nelle ultime edizioni ha raziato il podio. Gli altri comunque molto vicini ma con tante incognite sul secondo pilota.

La partenza è quindi stata lanciata al fine di dare fluidità alle prime curve senza rischi di ingorghi o urti. Alla bandiera verde è finalmente partita la vera competizione e subito si sono iniziati a misurare i valori in campo. Essendo possibile decidere il primo dei due piloti di team che avviava la gara si è subito creato un assestamento con numerosissimi scambi di posizione. I primi passaggi hanno visto un filotto di piloti molto agguerriti che cercavano di prendere distacco o superare con vere e proprie manovre al limite dell’aderenza ma sempre con FairPlay.

Dai primi cambi pilota la testa della corsa si è avvicendata costantemente per poi iniziare ad assestarsi verso metà gara dove è spuntato il Team 4 di Mirco Babini e Daniel Concas che pur avendo un giro veloce più alto degli altri team di oltre mezzo secondo disponevano invece di una media tra i due piloti molto buona che trasformava il vantaggio a 2/3 decimi a giro in positivo. Da qui un lento e costante distacco dagli altri fino a chiudere ampiamente il discorso vittoria.

Dietro invece il resto del podio doveva ancora formarsi. Forte della miglior prestazione da singolo e miglior giro della gara è emerso il Team 1 che è riuscito a tenere a bada la risalita di altri 2 Team che hanno gestito al meglio i cambi per compensare le differenze di media. Mario Fadda, compagno di Picciau, ha tenuto il più possibile la posizione nonostante fosse alla prima esperienza su questa pista e senza allenamento.

Entusiasmante il terzo posto. Infatti si è riuscito a capire qualcosa solo negli ultimi 10 minuti di gara in cui il Team 3 (Usai/Aramu)e 5 (Contu/Portas) si sono ricompattati. Aramu nella seconda fase di gara ha migliorato il passo recuperando leggermente i distacchi dal team 5. L’ultima fase ha quindi visto Usai e Contu (vincitore della precedente edizione) in battaglia. Usai ha quindi segnato il secondo miglior giro veloce della gara francobollandosi a Contu che non ha concesso un solo spazio lottando ferocemente fino al penultimo giro in cui un urto in uscita di curva con le barriere laterali lo ha leggermente rallentato…il tanto giusto da permettere ad Usai un sorpasso all’interno.
Peccato per il Team 2 di Serci/Trogu penalizzato da un errore nei cambi pilota, costato l’ultima posizione. Quinto posto per il Team 9 (Medda/Fadda) e 10 (Masedu/Skindoor) seguiti dal Team 6 (Addis/Molino), Team 7 (Petza/Massimo Zucca), Team 8 (Matteo Zucca/Vacca)

La classifica finale di SQUADRA:
1° class. TEAM DUCATI 4  (Daniel Concas / Mirco Babini)
2° class. TEAM DUCATI 1  (Alessandro Picciau / Mario Fadda) a 25.532
3° class. TEAM DUCATI 3 (Francesco Usai / Federico Aramu) a 32.568

GIRI VELOCI:

1- Alessandro Picciau TEAM 1: 56.068
2- Francesco Usi TEAM 3:        56.088
3- Giorgio Serci TEAM 2:           56.127

Si ringraziano tutti i componenti dello staff dello Skindoor ed in particolare Alessandro Usai. Inoltre si ringrazia per il grande supporto: Alessandro Saba, Teresa Caria, Doriano Mucelli, Giorgio Serci, Francesco Vacca.

DUCATI SARDINIA DOC STAFF