Ducati.it

Diventa socio Ducati Sardinia DOC

Ultime News

01.05.2019

Ducati Vs Vespa in pista (07/07/19)

Pista e strada, lo prima prova totale!

1 Ducati Sardinia Kart GP Endurance 2014

60 minuti di sfide accese per 20 piloti, una gara memorabile!

1° ENDURANCE DUCATI SARDINIA DOC (16/11/14)
20 piloti, 10 squadre, sorteggio del secondo pilota, sorteggio del kart, cambio kart durante la gara, gestione dei tempi elettronica con semaforo e pulsante per lo stop del tempo. 12 minuti di qualifiche e 60 minuti di pura battaglia tra colpi di scena, alternarsi continuo dei piloti in testa alla corsa, clima imprevedibile e tanto divertimento!

Dopo 9 anni di trofei Challenge a due ruote e Kart (in singolo) bisognava concludere il decimo anno di attività con una novità. E' nato così il primo endurnce. Molte e innovative le soluzioni e il programma di gara. All'arrivo dei piloti son stati infatti selezionati i primi 10 piloti più veloci ai quali sono stati abbinati gli altri 10 piloti con tempo sul giro meno veloce tramite un sorteggio. Questo per garantire uniformità e team eccessivamente forti o eccessivamente lenti a vantaggio dell'incertezza di gara. Il pilota veloce quindi ha scelto il nome del team ed atteso il sorteggio del proprio kart. Per dare maggior equità sono stati pesati tutti i partecipanti e, per ognuno, è stato definito un quantitativo di kg di zavorra rispetto al pilota più pesante. Il cambio kart per l'avvicendamento dei piloti era definito dagli stessi partecipanti che, in fase di rientro, al momento di entrare nella corsia di decelerazione, dovevano cliccare su un pulsante che dava l'avvio del minuto di tempo utile alla ripartenza, Un semaforo rosso o verde definiva l'ok o meno al rientro per il cambio kart e pilota per un minimo di 4 cambi. Eventuali scorrettezze o sorpassi eccessivamente "grintosi" venivano penalizzate di un giro. L'entrata anticipata nella corsia di decelerazione con il rosso veniva punita con il tempo di circa  1 minuto di penalità.

LA GARA - QUALIFICHE
Una volta definiti i team che comprendevano anche piloti che correvano per la prima volta (anche loro degli eroi di a cui và onore al merito per essersi cimentati senza timore nella battaglia), si è passati alle qualifiche. In 12 minuti ogni squadra doveva far girare due piloti e fare il miglior tempo possibile. Da subito i team si son dati battaglia accesissima a suon di giri veloci. L'ha spuntata per 0,142 millesimi di secondo il team DESMOGIO' su DESMO 1 seguiti in sequenza da altri 5 team in meno di un secondo:

GIRO VELOCE DI QUALIFICA         Media
1 DESMOGIO'         in 40.988              2°  (Giorgio Serci e Francesco Vacca)
2 DESMO 1                a 0.142               7°  (Francesco Usai e Nicolas Malloru)
3 JACK                       a 0.262               6° (Daniel Concas e Andrea Pianu)
4 DODO 1                  a 0.362               1° (Alessandro Contu e Filippo Sanna)
5 TROPGEAR           a 0.364               8°  (Riccardo Carboni e Giuseppe Fais)
6 BASTONER            a 0.586               3° (Danilo Petzeu e Simone Pistis)
7 MONSTER              a 0.918               4° (Leonardo Addis e Mura Maurizio)
8 FINUSSU               a 1.759               10° (Andrea Delussu e Luigi Grisoli)
9 EBOLA                   a 1.824               5° (Efisio Cinus e Alessandro Medda)
10 ADVENGERS        a 2.087              9° (Claudio Piano e Giuseppe Loddo)

Ma ciò non deve far pensare che il grosso dei giochi fosse fatto. Infatti nell'endurance tutto può accadere. Non è importante essere molto veloci quanto la media sul giro dei due piloti e la strategia di gara...oltre a un pò di fortuna nel trovare sempre un kart buono o a cui ci si adatta bene…senza poi fare errori.
La miglior media infatti era del team DODO 1.

MEDIA A GIRO TRA I DUE PILOTI
1 DODO 1     46.979
2 DESMOGIO'  46.996
3 BASTONER   47.243

Insomma, era ancora tutto da vedere e le prospettive per lo spettacolo erano ottime.

LA GARA - LO START
In griglia si è rivisto lo schieramento che ricordava il primo trofeo kart con in pole il Team Desmogiò con pilota Giorgio Serci e Desmo 1 con Francesco Usai. A seguire l'ottimo terzo piazzamento del team Jack con pilota Daniel Concas. A sorpresa arretrato il favoritissimo Team Tropgear con pilota Riccardo Carboni.

La partenza è quindi stata lanciata grazie all'apripista dello Skindoor. Alla bandiera verde è finalmente partita la vera competizione e subito si sono iniziati a misurare i valori in campo con Serci a fare il passo e Usai a seguire. I primi passaggi hanno visto una bellissima battaglia in cui i due, praticamente francobollati, prendevano distacco dagli altri e si contrastavano toccandosi leggermente. Un piccolo errore di Usai e un bell'aumento di passo hanno subito dato respiro a Serci mentre dietro DODO 1 e TROPGEAR risalivano velocemente. Proprio dopo i primi cambi pilota ecco i primi capovolgimenti. Un improvviso acquazzone, molto intenso, ha quindi portato ad un improvviso stop di gara in quanto l'acqua, penetrata anche sulla pista, stava rendendo impossibile e pericoloso il prosieguo delle ostilità. Pausa caffè e tutti i distacchi azzerati. Si riparte quindi ma con la classifica al momento dello stop.
La ripartenza, avvenuta 24 minuti dopo ha rimescolato ancora le carte in tavola. Subito qualche penalità per troppa foga o per errori nell'utilizzo dei sistemi elettronici di rientro ai box hanno penalizzato alcuni team in vario modo. A metà gara è stato praticamente un pandemonio di avvenimenti.


TROPGEAR è rimasto molto attardato sia per problemi tecnici che per ulteriori penalizzazioni nonostante girasse con un miglior tempo di 39.469….praticamente 1 secondo a giro meglio del miglior secondo tempo degli altri concorrenti.
Sorte peggiore per DESMO 1 che nonostante non abbia avuto penalità in giri le ha ricevute in tempo per errori nei cambi pilota che hanno portato a oltre 4 minuti di aggravio e lo scivolamento al penultimo posto. Bene invece per DODO 1 che pian piano è risalito dal 4° al primo posto forte di una costanza ottima e di giri veloci simili ai primi 3 oltre che un ottimo secondo pilota, Filippo Sanna. A 35 secondi e un giro di penalità DESMOGIO' mentre ottimo anche il risultato del team BASTONER arrivato 3° partendo dalla sesta posizione con una ottima scalata e collaborazione tra i due piloti! Infatti Danilo Petzeu ha strappato un ottimo 40.096, secondo miglior giro assoluto e l'ottima media a giro di Simone Pistis ha aiutato ad arrivare al risultato. I team EBOLA e ADVENGERS sono risaliti bene dall'ultima e penultima posizione fino al 5° e 6° posto. Mentre qualche errore in più è costato caro al team JACK che partiva terzo. Team Monster e FINUSSU (5 giri di penalità) invece sono stati più penalizzati dagli accoppiamenti a sorteggio e da piccoli errori o penalità.

La classifica finale di SQUADRA:
1° TEAM DODO1 (Alessandro Contu e Filippo Sanna)
2° TEAM DESMOGIO' (Giorgio Serci e Francesco Vacca)
3° TEAM BASTONER (Danilo Petzeu e Simone Pistis)

Si ringraziano tutti i componenti dello staff dello Skindoor ed in particolare Alessandro Usai. Inoltre si ringrazia per il grande supporto: Alessandro Saba, Riccardo Carboni, Teresa Caria, Giorgio Serci, Francesco Vacca.

DUCATI SARDINIA DOC STAFF